Cinquina Vastese a Civitanova: speranza playoff non ancora accantonata

CIVITANOVESE – VASTESE: 1 – 5

Reti: 18’pt e 38’pt Fiore(V), 12’st Galizia(V), 38’st Cosenza(V), 45’st Santoro(V), 48’st Rapagnani(C)

CIVITANOVESE: Busato(27’st Schiavoni), Paolucci, Marziali(36’st Chierichetti), Mancinelli(19’st Silla), Olivieri, Vallesi, Fabbri, Speranza, Acatullo, Marengo, Rapagnani. A disposizione: Domenella, Perugini, Serantoni, Cerchia, Lelli, Camerlengo.  All.: Scoponi

VASTESE: Russo, Manisi, Mensah(29’st Scutti), Manzo(42’st Alberico), Bartoli, Campanella, Galizia(24’st Colitto), Cosenza, Santoro, Fiore, Napolitano. A disposizione: Rinaldi, Di Pietro, Allocca, Tafili, Felici, Prisco. All.: Favo

Arbitro: Simone Taricone di Perugia (Brizioli e D’Angelo di Perugia)

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Nella penultima giornata del girone F la Vastese dopo due sconfitte consecutive ritrova il sorriso imponendosi in casa della già retrocessa Civitanovese inciampata nell’ottava sconfitta consecutiva(quattordicesimo kappaò nelle ultime quindici giornate). A regalare la vittoria ai biancorossi ci hanno pensato capitan Fiore con una doppietta nel primo tempo seguito nella ripresa da Galizia, Cosenza e Santoro.  La partita – Il tecnico Favo come annunciato nella conferenza del sabato lancia dal primo minuto il classe ’99 Nicola Napolitano dopo l’esordio con gol di sette giorni fa a Teramo. Non è l’unica novità, tra i pali si rivede l’altro under Russo, nel pacchetto arretrato sulla destra c’è Manisi a sostituire lo squalificato De Cinque con Mensah sull’altro lato mentre al centro tocca ancora a Bartoli e Campanella. A centrocampo insieme al baby Napolitano ritrova la maglia da titolare Cosenza di fianco a Manzo, nel tridente offensivo parte dalla panchina il centravanti Prisco, al suo posto spazio a Santoro supportato da Galizia e capitan Fiore. Proprio quest’ultimo al diciottesimo porta in vantaggio i biancorossi con un preciso sinistro dal limite. La Civitanovese già retrocessa e farcita di under(ben dieci di cui quattro ’98, due ’99 insieme ad altrettanti ‘96 e ’97) non riesce a reagire, i vastesi controllano il match senza affanni, sfiorano più volte il raddoppio con Santoro e Galizia trovandolo sul finire di tempo ancora con Fiore, altro sinistro dal limite e palla sotto l’incrocio per il gol numero tredici in campionato del capitano biancorosso. C’è una sola squadra in campo, la Vastese non si rilassa e con Galizia trova il tris. I vastesi nel finale dilagano con il quarto gol firmato Cosenza e Santoro per la cinquina finale. Nei minuti di recupero gol della bandiera della Civitanovese con l’attaccante Rapagnani. Nei minuti finali Favo lancia in campo un altro classe 1999, l’attaccante vastese Alessio Alberico con la Vastese che chiude schierando ben sei under. Tre punti che portano i biancorossi a quota 45 ma pur restando in ottava posizione per i playoff è ancora accesa una fiammella di speranza. Tutto si deciderà negli ultimi novanta minuti, la Vastese è a tre punti di ritardo dall’Olympia Agnonese quinta(48 punti) e saranno proprio i molisani i prossimi avversari a doversi presentare all’Aragona. In caso di successo biancorosso e contemporaneo pareggio nella sfida tra Sammaurese e Monticelli(entrambe seste a quota 47) per la Vastese, con l’aiuto della classifica avulsa, si spalancherebbero le porte dei playoff, incroci difficili ma non impossibili.

Ufficio Stampa Vastese Calcio 1902