Si ferma la Vastese, all’Aragona passa l’Alfonsine

VASTESE – ALFONSINE: 0 – 1

Reti: 30’st Bamonte(A)

VASTESE: Marconato, De Cinque, Scutti(13’st Colitto), Tafili, Allocca, Campanella, Galizia(34’st Felici), Manzo, Prisco(43’st Santoro), Fiore, Mensah. A disposizione: Rinaldi, Manisi, Di Pietro, Bartoli, Napolitano, Russo. All.: Favo

ALFONSINE: Calderoni, Rosetti(23’st Lombardi N.), Magliozzi, Bamonte(44’st Molossi), Bertoni, Chmangui, Bajrani, Manuzzi(40’st Magri), Salomone, Innocenti, Tosi. A disposizione: Lombardi G., Sarto, Fantinelli, Ricci Maccarini, Di Domenico, Farina. All.: Candeloro

Arbitro: Alberto Ruben Arena di Torre del Greco (Contini di Matera  e Salvatore di Moliterno)

Note: Spettatori: 700; Ammoniti: Lombardi N.(A), Allocca(V) ; Recupero: 1’ e 3’;

14° RITORNO(31) / a: 0 – 0

VASTESE: 6° con 42 pt; 7 pt ultime 3(0 gol subiti)…obiettivo aggancio 5° posto

ALFONSINE: 14° con 26 pt; playout sicuri(vs Recanatese?) terza peggior difesa(44); 4 pt ultime 2 e due pareggi ultime due trasferte(dove ha vinto una sola volta)

L’Alfonsine sbanca l’Aragona fermando la corsa della Vastese verso i playoff. Nella trentunesima giornata del girone F un gol a un quarto d’ora dal novantesimo realizzato da Bamonte ha messo fine alla striscia positiva dei biancorossi dopo i tre risultati utili consecutivi.  La partita – Per trovare il secondo successo consecutivo mister Favo, privo dello squalificato Cosenza e l’infortunato Romano, sceglie il 4231 ritrovando in avanti Galizia, dopo aver scontato le tre giornate di squalifica, pronto ad assistere alle spalle bomber Prisco. Sulle corsie laterali tocca a capitan Fiore e Mensah con Manzo e Tafili nel cuore del gioco. Davanti al portiere Marconato al centro ritrova spazio Allocca di fianco a Campanella mentre De Cinque e Scutti occupano le fasce. Servirebbe la vittoria per agganciare i playoff e ci prova subito Fiore, s’invola verso Calderoni ma da ottima posizione non trova la zampata necessaria per batterlo. L’Alfonsine si difende con una linea a cinque ma al ventesimo nella prima azione offensiva va vicinissima al gol, dalla sinistra cross di Magliozzi, la conclusione di Tosi da due passi è perfetta ma c’è un Marconato in formato maxi, parata di puro istinto a tenere il match in parità. La Vastese torna ad attaccare e in due minuti sfiora di nuovo il vantaggio, prima la conclusione a giro di Fiore alta, poi Galizia servito da Prisco sceglie un rasoterra debole. Gli ospiti si riaffacciano dalle parti dell’esperto numero uno vastese attento sulla conclusione da distanza siderale di Bamonte. Nel secondo tempo dopo un primo quarto d’ora soporifero i padroni di casa vanno vicini al vantaggio in altre due occasioni, entrambe con Prisco, a fermarlo prima ci pensa il palo, poi un’altra conclusione termina di poco a lato. Il gol non arriva e a passare in vantaggio ci pensa l’Alfonsine, sugli sviluppi di una punizione a centro area Bamonte incorna e batte Marconato. Prisco non ci sta ad arrendersi e prova subito a riportare il match sui binari giusti ma sulla sua strada trova Calderoni bravo a deviare la sfera in angolo. I playoff per la Vastese, scesa in settima posizione, distano sempre due punti nonostante il sorpasso dell’Agnonese salito a quota 44 agganciando anche la Sammaurese, dopo il riposo pasquale la squadra tornerà ad allenarsi da martedì per preparare la sfida di domenica 23 aprile in terra teramana contro il San Nicolò.

Antonio Del Borrello – Ufficio Stampa Vastese Calcio 1902